Conoscere al meglio l’analisi tecnica per il trading

Quello del trading online è un settore complesso, questo è risaputo. Lo è per gli addetti ai lavori, figurarsi per chi se ne intende poco. Questi ultimi, quindi, difficilmente possono capire l’importanza centrale rivestita nel trading da uno degli strumenti più utili per gli investitori: l’analisi tecnica.

Senza il suo supporto, infatti, sarebbe molto più complicato – e pericoloso, ovviamente – tradare dentro mercati ad alto rischio in piena autonomia, senza l’aiuto di un operatore di Borsa al nostro fianco.

Eppure, nonostante la sua importanza, l’analisi tecnica non sempre viene utilizzata. Anzi, in molti neanche sanno con precisione di cosa si tratti e quali sono gli strumenti più utilizzati per metterla in pratica nel modo giusto. Fare un po’ di luce su di essa allora non farà che bene ai vostri investimenti.

analisi tecnica per il tradingIn poche parole, l’analisi tecnica permette, grazie all’utilizzo di alcuni grafici e dei cosiddetti “indicatori”, di leggere e prevedere l’andamento di un mercato quotato, come potrebbe essere ad esempio il Forex.

Il cuore di tutta questa operazione risiede nella regola base dell’analisi tecnica: grazie all’interpretazione e allo studio di fenomeni passati, si può imparare ad anticipare quelli futuri, riuscendo a dedurne dei principi ricorrenti. Questi ultimi, insieme al proprio istinto e tanti altri fattori di cui tenere conto nella propria analisi, permettono di prevedere i tassi futuri del mercato. Il gioco è così fatto.

Ma entriamo più nel dettaglio e vediamo cosa sono gli indicatori tecnici usati per la nostra analisi. Stiamo parlando di determinati strumenti, da dividere fondamentale in due gruppi: indicatori leading e indicatori lagging.

I primi sono un mezzo di previsione statistica dell’andamento futuro dei prezzi, basato sulla rilevazione e lo studio dei prezzi precedenti, mentre i lagging si focalizzano sul segnale lanciato dal trend online di un mercato appena iniziato.

Volendo fare l’esempio del Forex, possiamo utilizzare questi indicatori per analizzare il grado di volatilità dei tassi. Nel caso si dovesse notare una forte volatilità, sarà preferibile agire sulla coppia di valute con un’opzione binaria per approfittare dei guadagni a breve termine.

Entriamo quindi nel campo dell’analisi tecnica opzioni binarie. Una volatilità relativamente debole sarà invece il segnale di una tendenza più netta, che ci consentirà di usare un trading più tradizionale.

Sembra ancora tutto complesso? Non temete, avete solo bisogno di pratica e del tempo necessario per imparare a utilizzare gli indicatori e l’analisi tecnica nel modo più corretto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code